Passione. E la forza della lucidità.

La sovranità non esiste. E’ una di quelle balle che raccontano gli internazionalisti e i positivisti agli studenti di giurisprudenza dei primi anni. La vita degli Stati è fatta di interdipendenze. Anche quella delle persone.

Io vorrei essere dominato in modo interdipendente dall’Inghilterra. Questo mi permetterebbe di avere amici che studiano alla Bicocca e non a Cambridge. Potrei andarli a trovare in metro e non con dei costosi e scomodi carri bestiame Ryanair. Permetterebbe anche di ascoltare musica italiana tipo i Beatles e i Kings of Convenience: qualsiasi premier inglese vieterebbe Ligabue e i Linea 77, contrari alla dignità della Corona. Infine, potrei vedere in prima serata serie italiane tipo i Misfits.

Le serie tv sono la moderna letteratura. I Misfits sembra scritta da Bukowski, con punte di Murakami e Stuart Mill. Racconta di quattro sottoproletari inglesi dotati di poteri da supereroe e condannati ai servizi sociali. Veri protagonisti sono due di questi. Uno senza soldi e con dei riccioli simili ai miei quando non avevo iniziato a lavorare. Un’altra è un’enorme, orrenda tamarra londinese che dice le parolacce e adora fare l’amore con gli animali. Sono alla terza serie e non è ancora stata pronunciata la parola “amore”.

Nell’Italia sovrana il ricciolino sarebbe costante bersaglio delle prediche del defunto Alberoni e la tamarra non andrebbe oltre una comparsata come donna delle pulizie. Nell’Italia interdipendente avrei degli amici a portata di tram. Ci incontreremmo, la sera, a bere scotch e a discutere dello spessore politico di Nathan e Kelly, veri baluardi del liberalismo occidentale.

Liberaci, o Regina, dagli internazionalisti e dai professori di diritto civile, da Cinecittà e da Rai Cinema. Rivelaci la dolcezza della dominazione straniera e l’orrore del nesso tra territorio e un governo che non sia il Tuo. Mostraci, con la tua infinita eleganza, la differenza tra mod e moda. E a chi non Ti segue, che Beppe Fiorello lo colga.

Share

Tags: , , ,

4 Responses to “Passione. E la forza della lucidità.”

  1. Eliana

    Che bello. Soprattutto la chiusa.

  2. bladi meri

    capisco il tuo entusiasmo per il maestoso impero che ha saputo stimolare il genio di Shakespeare, Darwin, Bruce Chatwin, John Lennon, Pink Floyd, Sex Pistols, Led Zeppelin, Genesis, Rolling Stones, Mr. Bean!, ‘und so weiter’.
    Riscontro però nel tuo desiderio di diventare interdipendentemente Britannico un po’ di ingenuità, nonché un ossimoro.
    Perché (af)fidarsi (a)di una ‘madre patria’ che si è lasciata alle spalle monocolture e lavoro forzato? Che ha ostentato la buonista idea di interdipendenza, mantenendo nell’Europa comunitaria un approccio prettamente nazional-liberista?
    E poi, accetteresti anche il loro sistema sanitario nazionale? Per non parlare delle loro (non) abitudini igieniche? Saresti disposto a contribuire alle spese di toiletteria dei cani della Regina?
    Io no.

  3. Alberto

    Mi sembrano tutti valori condivisibili.

    Tutti, a parte l’igiene.

    Ma d’altronde, come mi ha detto un amico filosofo, tra l’igiene intima di un popolo e la sua attitudine espansionista sussiste un rapporto di proporzionalità inversa. Chi gode del privilegio di avere un bidé in bagno non si sognerebbe mai di partire per la guerra.

    Troppo piacevole.

  4. phone-sex

    Balance Peeks and Slack…

    Perfect work you have done, this internet site is really cool with great info….

Leave a Reply